La prima certificazione che serve per il WEB : è l’Italiano!

Ebbene sì, oggi è in atto una nuova corsa all’oro!

Tutti vogliono intraprendere nuovi business, spinti soprattutto dalla necessità di inserirsi in un mondo del lavoro sempre più selettivo e privo di opportunità. Internet è la “Nuova America”, la Terra Promessa di chi è in cerca di collocazione.
Meta più gettonata nella quale intraprendere un nuovo cammino “professionale” è proprio il “web development” (sviluppo web), che siano Blog, Siti o App poco importa, tutto ricade in questo grosso calderone che dopo la Fotografia e il Video Making (qui spopola You Tube) rappresenta la terza maggior attività intrapresa grazie al Web negli ultimi 3 anni.
In effetti è molto semplice approcciarsi a questa attività in quanto la richiesta di siti internet esiste (aziende, privati, associazionismo) e gli strumenti a disposizione per un rapido “self-made learning” non mancano di certo.

Oggi con 9,00 € esistono siti internet che rilasciano certificazioni da Sviluppatore WEB-PHP, Sistemista, Sviluppatore Android (non entro nel merito di questo genere di commercio in quanto è tutto perfettamente legale, e il problema sta in quelli che comprano questi servizi inutili e completamente privi di valore sul mercato), come funghi nascono Start-Up, ditte personali o semplicemente figure (più o meno) professionali che procacciano certificazioni tecniche e tecnologiche per accrescere il valore (a mio avviso solo esteriore) del loro operato.

In questi mesi mi è capitato di vedere molte pagine e molti annunci promozionali di “realtà operative” che si identificano nel mercato come Web Agency, offrendo tra i loro servizi “Strategie di Immagine e Pubblicitarie“, “SEO” e “Social Media Marketing” tutti servizi per i quali è necessario un determinato ‘know-how‘ tecnico (non ci si sveglia SEO la mattina, da un giorno a quell’altro).
Ma anche volendo soprassedere all’aspetto tecnico-formale del titolo con cui ci si propone una cosa è fondamentale: la padronanza dell’Italiano!

Le Grandi Aziende che fanno Siti Web e curano anche la parte realativa ai contenuti e al Marketing Plan di un Cliente, hanno sempre una figura dedita solo ed esclusivamente alla cura dei testi e dei contenuti da inserire nel Sito o nei post che vengono stabiliti e successivamente inseriti nei social, questo perchè è lecito che ognuno abbia la sua specializzazione o competenza e quindi non è necessario che il Programmatore sia anche un fine “Copywriter”.

Nelle piccole realtà, (la mia è una di queste) spesso ci si trova da soli a fare tutto ed è fondamentale curare maniacalmente tutte le parti in causa.

E’ inutile fare un sito responsive, con animazioni e traslazioni, con effetti e tecnologie di ultima generazione per poi postare nei social (che lo pubblicizzano) frasi con italiano “agghiacciante”, poco comprensibile e a tratti comico per quanto assurdo.
Il bello (eufemismo) è che questo “metodo” viene utilizzato anche nei social della azienda stessa, come se io domani mattina iniziassi a postare su FB, con il profilo 4web-Solutions, frasi che tentano di pubblicizzarmi in Italiano approssimativo quasi “dialettale”, con punteggiature casuali e senza ragionare e soppesare quello che scrivo.

Mettendomi nei panni di un papabile cliente, al quale serve un servizio simile, sarei sicuramente dissuaso dal contattarmi in quanto se ho necessità di un servizio e desidero arrivare a pagare una persona che mi possa gestire in modo efficiente i social network, sicuramente non avrò stimoli nel contattare chi si presenta in questo modo ortograficamente sciatto.

La filippica del venerdì ha due morali, la prima è indirizzata agli “utenti/potenziali clienti”: non siate avventati nello scegliere il vostro partner web, se credete veramente nella potenza di questi strumenti cercate di affidarvi a delle persone competenti, non occorre andare da grandi Web Agency per ottenere dei buoni risultati ma sicuramente nemmeno mettere la propria immagine o quella della propria azienda in mano a sprovveduti o finti professionisti. Ripeto, le certificazioni ufficiali sono rare e si riconoscono, perchè hanno dei codici e delle sigle sugli attestati e si possono verificare via web, tutte le altre cose che si trovano, su fogli di carta stampata si possono acquistare a poche decine di Euro, e acquisire anche senza seguire percorsi formativi ed esami.

La seconda verso i colleghi: non sono nessuno per giudicare il prossimo in base alla professionalità e alla bravura , tutti hanno la propria inclinazione e i proprio punti di forza, la credibilità invece non si compra e non si certifica con un esame ed una volta perduta o messa in discussione è difficile recuperarla soprattutto agli occhi del cliente.
Il consiglio che mi sento di dare è quello di fare una cosa e farla bene, a costo di prendere due lavori all’anno.
Ho letto cose incredibili su alcuni Social di “colleghi”, gente che promuove servizi di strategia di Marketing in linguaggio italiano misto mare, da far rizzare i peli. C’è lavoro per tutti nella rete e ognuno è libero di fare ciò che meglio credere, ma c’è un limite a tutto.
A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *