Quando è consigliabile cambiare sistema operativo?

Qual è il vostro sistema operativo?

Domanda cruciale, gli utilizzatori medio-esperti sicuramente sanno già rispondere alla domanda, è un pochino grave chi invece non ha idea di quale sia il proprio sistema, non tanto per le prestazioni che questo potrebbe dargli quanto per la sicurezza nell’ utilizzarlo, e ora vi spiego perché.

Microsoft punta molto sulla fetta di fatturato del proprio Sistema Operativo, questa attenzione verso il prodotto “Windows” detta indirettamente i tempi del mercato degli utilizzatori del pupillo di casa “Gates”. Questo scandire i tempi di uscita e permanenza sul mercato di un determinato prodotto  viene spronata da una precisa idea di Marketing basata sulla distribuzione del c.d. Supporto.

E’ prassi infatti per Microsoft di rilasciare con frequenza aggiornamenti e hotfix, durante il ciclo di vita del software, questi aggiornamenti sono fondamentali perché l’Azienda testa e sviluppa costantemente le migliorie e gli adattamenti più adeguati per fornire la best user experience.

Microsoft fornisce due tipi di  Support,  il Mainstream Support e l’Extendend Support, entrambe i cicli di supporto durano 5 anni, il primo a partire dall’ uscita del prodotto, il secondo allo scadere del primo.

La differenza tra i due sta nel genere e nella quantità degli aggiornamenti che vengono distribuiti; durante i primi 5 anni infatti il supporto è completo, va dagli aggiustamenti delle funzionalità e della grafica del prodotto, aggiornamenti della sicurezza, hotfix , supporto abbinato alla licenza, ai programmi di licenza e tutti i programmi di supporto gratuiti,  supporto a pagamento (c.d. pay per incident). Nei successivi 5 anni  cessano gli aggiornamenti sulla grafica, sulle hotfix e sulle licenze (per le licenze server è possibile acquistare un extended hotfix support) , mentre la termine dei 5 anni di Extended Support  non si riceveranno più aggiornamenti di nessun genere (e di conseguenza nemmeno nuove Knowledge base inerenti).

Questo significa che un sistema operativo, alla scadenza definitiva del suo supporto, perde efficacia sotto il profilo della sicurezza in quanto le librerie interne , i tools di rimozione del malware e tutte le funzionalità che necessitano di stare “al passo” coi tempi (visto che i virus, malware e sistemi di exploit sono costantemente in evoluzione) non si aggiornano, gli sviluppatori non le testano con le ultime “criticità” perché di per loro hanno interesse a far passare l’utente alla successiva versione di O.S.

E’ un po la strategia che Apple applica agli iPhone con gli aggiornamenti di iOs, ogni volta che esce un nuovo iPhone , Apple dichiara la cessazione della distribuzione degli aggiornamenti per alcuni dei dispositivi meno recenti ,  a ruota ciò comporta che alcune App non saranno più compatibili e quindi l’utente avrà un disagio che compenserà col passaggio al modello superiore.

Spiegata la necessità di mantenersi aggiornati vediamo allo stato attuale qual è la situazione dei supporti :

  • Windows XP : lo so, è stato uno dei sistemi operativi Microsoft meglio riusciti; solido, stabile, snello e con una grafica molto user friendly. Ahimè il suo supporto Extended si è concluso nell’Aprile 2014. Se avete XP tagliate il cordone ombellicale, è un consiglio.
  • Windows Vista : più che chiedersi quando scade il supporto, c’è da chiedersi perché ancora qualcuno ce l’abbia installato, uno dei più grossi buchi nell’acqua della storia Microsoft è andato out-of-support 2 giorni fa (11 Aprile 2017) a prescindere da questo sbarazzatevene se ne avete ancora delle copie.
  • Windows 7 SP1 : specifico Service Pack1 in quanto senza il supporto sarebbe scaduto il 9 Aprile 2013. Chi ha ancora Win 7, può (se non l’ha ancora fatto) installare gratuitamente il SP1, la fine del supporto è fissata per il 14 Gennaio 2020.
  • Windows 8 : è rimasto in commercio per poco tempo, è stato prima fatto un grosso update, tale da trasformane il nome in 8.1 e successivamente, causa i grossi limiti è stato proposto a tutti coloro fossero in possesso di licenze Professional di aggiornarsi gratuitamente a Win10 senza pagare nulla (possibilità scaduta nel mese di Marzo 2017) coloro i quali fossero ancora in possesso della versione 8.1 sappiano che il support Extended sarà loro garantito fino al 10 Gennaio 2023.
  • Windows 10 : l’ultimo nato in casa Microsoft (rilasciato nel luglio 2015) ha come end-of-support il 14/10/2025

Ora indipendentemente dal fatto che le performance del vostro sistema siano accettabili, sappiate che è sempre molto consigliato tenere il vostro PC nelle migliori condizioni possibili (le c.d. Best Practices) in modo da poter beneficiare del costante lavoro degli sviluppatori Microsoft e soprattutto per non esporsi inutilmente a rischi sulla sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *