Bollettino di sicurezza 04/19

Proseguono le attività di Spamming a scopo estorsivo.

“Ciao Xx X, Ti scrivo perché ho installato un malware sul sito web pornografico che hai visitato. Il mio virus ha preso le tue informazioni personali e ha acceso la tua fotocamera che ti ha ripreso; se non paghi 580,00 € in Bitcoin diffonderò il video ai tuti i tuoi contatti….”

Si presenta all’incirca così il messaggio di spam che viene recapitato, nell’ambito del nuovo fenomeno di “estorsione”, perpetrato attraverso il massivo invio di email a ignari malcapitati, e finalizzato a infondere panico ed indurre a pagare in cryptovaluta il prezzo della “non pubblicazione del video”.

Si tratta di “fake porn extortion e-mail” ed è una trovata che nell’ultimo anno ha portato ad arricchirsi svariati hacker del deep-web.

Chiaramente i criminali non hanno nulla in mano ma fanno leva sulla costante paura che tutti abbiamo di essere realmente spiati e quindi è assolutamente consigliato di cestinare la mail senza cedere alla richiesta e senza nemmeno interagire con la mail (si cederebbero all’attaccante delle informazioni di ritorno come IP, server di uscita, ecc). La cose da fare, prettamente a titolo cautelativo resta comunque il cambio della password per accedere alla Posta Elettronica e se possibile abilitare un meccanismo di doppia autenticazione.

Gootkit : campagna di diffusione del Trojan tramite finta mail I.N.A.I.L.

E’ in corso una campagna di malspam perpetrata attraverso l’invio di Posta Elettronica Certificata e avente come oggetto “I.N.A.I.L.. Comunica XXXXXXXX” o ”Tribunale di Napoli Procedura esecutiva immobiliare nr xx/xxx” . Lo scopo dei cybercriminali è quello di “inoculare” nel dispositivo dei malcapitati il trojan horse Gootkit; ciò avviene dopo l’apertura, da parte del destinatario della PEC, dell’allegato in formato PDF presente nella stessa.

Articolo correlato Gootkit

Campagna di Phishing “Fake Bartolini”

In questi giorni potrebbe giungere sul vostro smartphone una comunicazione, tramite email o SMS, da parte dell’azienda Bartolini – Corriere espresso S.p.A..: nel testo del messaggio si invita il cliente a cliccare su dei link “fasulli”. L’azienda, con un comunicato sul proprio sito, si dissocia da tale attività e sta valutando le opportune azioni legali da mettere in atto.

Evitate quindi di cliccare sul link proposto e assolutamente non fornite informazioni personali, benchè meno IBAN o Carte di Credito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *