Estensioni Chrome usate per spionaggio

Attraverso le estensioni di Google Chrome, lecitamente scaricate dal Google Chrome Store, venivano esfiltrati e spiati dati ad utenti in tutto il mondo.
Si stima che i download di queste estensioni siano oltre 32 milioni ed i network di ogni genere, dalla finanza al petrolio, dalle aziende farmaceutiche alle organizzazioni governative, quaso qualsiasi tipo di rete è stata violata e le informazioni finite chissà dove.
Questa l’ultima scoperta che getta interrogativi sull’utilizzatissimo browser e sulla sua sicurezza, dal canto suo Google che è sempre stato in prima linea sulla tutela dei dati e della loro sicurezza, ha provveduto a far rimuovere dal suo store oltre 111 estensioni giudicate malevole.
Nello specifico queste estensioni (per lo più legate alla conversione di file o al rilevamente di siti non attendibili) lavoravano in background analizzando la cronologia del browser, prendendo screenshot e attivando talvolta anche la registrazione dello schermo e della webcam, acquisendo tasti e memorizzando i cookie: in quella che è diventata a tutti gli effetti una campagna di spionaggio tecnologico.
I domini da cui provengono queste estensioni sono stai tutti registrati in un piccolo registrar Israeliano, che pare sia frequentemente utilizzato per tali scopi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *